Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza utente. Continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookies.

Musica Moderna

Gioele Pagliaccia

Gioele PagliacciaGioele Pagliaccia è un batterista, percussionista e compositore nato a Marsciano (PG) ma cresciuto sia in Italia che negli Stati Uniti. Grazie al suo patrigno all'età di 8 anni incomincia a suonare le percussioni, fino a quando due anni dopo passa alla batteria, imparando a memoria i dischi dei Police, Primus, Fela Kuti, John Coltrane e tanti altri. Intorno a quel periodo incomincia a suonare sia la chitarra acustica che quella elettrica, con le quali tutt'ora compone musiche di ogni tipo: dal jazz al rock, dal funk alle colonne sonore per cortometraggi e film.

Nel 1994 si trasferisce negli Stati Uniti dove studia jazz presso la Corvallis High School (Oregon) e dove incomincia a collaborare con vari gruppi rock e punk, pur mantenendo viva la passione per la musica afro americana, suonando swing nella Corvallis Jazz Band.

Nel 1998 si trasferisce a Roma dove incomincia a collaborare con musicisti come Pasquale Innarella, Manlio Maresca, Roberto Raciti, Davide Piersanti ed altri, esibendosi nei più importanti locali della capitale. Dal 1999 al 2003 fa parte del gruppo rock Punch & Judy, con i quali registra un disco co-prodotto da Andrea Pesce dei Tiromncino, e con i quali suona in molti festival e trasmissioni televisive Italiane, aprendo i concerti di artisti anche internazionali come Stephen Malkmus & The Jicks (ex Pavement) e l'Italianissimo Bugo.

Nel 2003 si trasferisce a San Francisco dove collabora con i musicisti della città come Gino Robair (percussionista di Tom Waits oltre che editore della famosa rivista Americana "Electronic Musician"), l'hammondista Wil Blades, Fil Lorenz, Will Bernard e tanti altri. Ha così la fortuna d'esibisrsi nei locali storici della città come il Purple Onion e l'Amnesia e suona tutte le settimane presso lo Steps Of Rome, ristorante Italiano molto conosciuto della zona, che gli permette di rimanere negli Stati Uniti fino al 2004.

Sempre nel 2004 ritorna a Roma e Joe Lally, lo storico bassista dei Fugazi (nonchè membro degli Ataxia insieme a John Frusciante e Josh Klinghoffer dei Red Hot Chili Peppers), gli chiede di far parte del suo nuovo trio con il quale andrà in tour in giro per l'Europa per circa un'anno. In ogni caso la sua attività di jazzista ed improvvisatore continua, registrando e suonando dal vivo con artisti come Henry Cook e Tom Halter (della Either Orchestra + Mulatu Astatke), Massimo Pupillo (ZU, Peter Brötzmann Quartet, Mike Patton), Filippo Paolini aka Dj Økapi, e tanti altri.

Dal 2011 collabora regolarmente con il collettivo El Gallo Rojo in vari progetti, tra cui il tributo al grande polistrumentista Eric Dolphy "Aut To Lunch" con l'aiuto di Piero Bittolo Bon ai fiati, Alfonso Santimone al piano e Danilo Gallo al contrabbasso. Con loro regista un disco che esce per l'etichetta Berlinese "Aut Records" nel 2014.

Nel 2014 si trasferisce a Berlino dove lavora con i musicisti della zona quali il trombonista Gerhard Gschlößl, lo storico bassista tedesco Johannes Fink ed il chitarrista (allievo e collaboratore di Kurt Rosenwinkel) Igor Osypov. In questo periodo si appassiona anche della scena elettronica Berlinese, collaborandocon vari DJ ed artisti multimediali dandosi così alle istallazioni per mostre d'arte ed il sound design.

Attualmente è batterista del gruppo Honeybird & The Monas, capitanato dalla cantante e polistrumentista americana Monique Mizrahi, la quale è anche  membro stabile del gruppo rock Italiano "Tre Allegri Ragazzi Morti". Proprio loro hanno voluto gli Honeybird & The Monas come gruppo supporto del tour primaverile 2016, dandogli la possibilità di suonare davanti a migliaia di persone.

Oltre ad insegnare batteria e percussioni a bambini, adulti ed anziani, negli ultimi anni con l'aiuto del Comune di Santorso e quello di Schio, ha  organizzato dei seminari di "percussioni trovate" dal nome "TUTTO SUONA" nei quali insegna ai propri allievi delle parti ritmiche da eseguire su degli oggeti della vita quotidiana: dai lavandini alle botti del vino, ai tubi in ferro, cerchi dele ruote di macchine e camion, pentole e padelle e tanto altro. Ad ospitare il progetto sono state l'Oasi Rossi nell'ambito della Giornata per l'Ambiente del 2013 ed il Festival "La Fabbrica del Jazz" nel 2015.

Ha seguito i seminari della "Berklee College of Music" nell'ambito della manifestazione Umbria Jazz nel 1994, studiato sotto al guida di Emanuele Smimmo press la Scuola di batteria e percussioni "Timba" a Roma, studiato improvvisazione nei seminari "Forme Sonore" sotto la guida di Roberto Dani, e ha partecipato al seminario "Living The Music" del leggendario Rakalam Bob Moses.
 
Ha suonato e/o registrato tra gli altri anche con Danilo Gallo, Alfonso Santimone, Henry Cook, Piero Bittolo Bon, Joe Lally, Michele Polga, Roberto Raciti, Massimo Pupillo, Scott Rosenberg, Will Bernard, Dave Scott Stone, Giacomo Ancillotto, Hal Tsuchida, Claudio Mosconi, Alessandro Lanzoni, Amy Denio, Andrea Pesce, Ettore Martin, Massimo Giangrande, Giulio Campagnolo, Wil Blades, Daniele Tittarelli, Gerhard Gschlößl, Johannes Fink, Naomi Jean, Justin Falk,  Eyal Lovett, Kenneth Dahl Knudsen, Antonio Gallucci, Cristiano De Fabritiis, Fabio "Reeks" Recchia, Renato Ciunfrini, Pasquale Innarella, Tony Cattano, Fil Lorenz, Daniel Magay, Dj Økapi, Roberto Bordiga, Paolo Bacchetta, Federico Pozzer, Roberto Bellatalla, Manlio Maresca, Marco Quaresimin, Riccardo Marogna, Rosa Brunello, Sergio Gonzo, Glauco Benedetti, Alessandro Fongaro, Luca Moresco.

Si è esibito in Italia, U.S.A., Francia, Repubblica Dominicana, Germania, Slovenia, Polonia e Giappone.

E' in oltre endorser delle bacchette ArtBeat e piatti Bosphorus.

I Video

NewsLetter



Ricevi HTML?